IL prodotto
Il risultato di tanto lavoro è un'emozione, in tutti i sensi

Vista: l'ambra e il topazio sfumati sono i due colori chiave dello Sciacchetrà.

Olfatto: ricco ed unico nella sua complessità di frutta esotica, fichi con eleganti nuance di erbe aromatiche e richiami balsamici.

Gusto: molto cremoso nel gusto della frutta matura, albicocca, frutto della passione, agrumi canditi ma sostenuto da una bella mineralità e un lungo finale.
Netto il filo conduttore sapido-tannico avvolto in sensazioni grasse e vellutate. Nello Sciacchetrà Buranco, il rapporto tra sapidità, acidità, tannicità e dolce è così equilibrato che gli permette di non essere mai stucchevole; cosa importante per un passito.
Ultimamente, lo Sciachetrà Buranco ha acquistato un estimatore d'eccezione: il presidente USA Obama, che lo ha assaggiato (e molto gradito) insieme agli altri grandi della terra, al G8 dell'Aquila.

Abbinamenti ideali: sono estremamente vari; pasticceria secca, pandolce genovese, formaggi di pecora stagionati, erborinati, fegato d'oca passato in padella con lo stesso vino.