Il Terroir
Procedendo da Ponente a Levante, nonostante nelle Cinque Terre vi domini lo stesso clima e la stessa esposizione del suolo, il terreno non ha la stessa natura.
Il suolo di Monterosso è determinato dalla presenza di massi erratici di arenaria e risulta permeabile all'acqua, dunque, asciuga facilmente. Le viti, così, crescono in un suolo sciolto a stretto contatto con la roccia madre, scistoso, tendente all'acido, ricco di elementi minerali e, naturalmente, ben esposto al salino.
Tutti fattori che garantiscono un notevole risultato vinicolo. Il clima di questo territorio è mite perché in tutta la sua estensione è riparato grazie ai monti da venti freddi settentrionali, permettendo al calore solare di concentrarsi data l'esposizione a sud-ovest.
Primavere miti e piovose fanno trovare già a marzo le prime gemme, e le estati calde e secche con giornate lunghe e assolate favoriscono la maturazione dei tessuti della pianta e l'aumento di zuccheri negli acini, anticipando il tempo della vendemmia a metà settembre.