Tutta La Poesia delle Cinque Terre: Monterosso
Per dimensioni, importanza e posizione geografica, Monterosso si può considerare la capitale delle Cinque Terre. Le sue torri di avvistamento, la chiesa, le case variopinte,… sono tipiche della zona, ma con qualcosa in più: le parole che un poeta come Eugenio Montale ha saputo trovare per renderle indimenticabili. E proprio lui in "Ossi di seppia" ci ricorda un altro tipo di coltivazione pregiata: i limoni.

Riguardo a Monterosso, si legge in un documento del XVII secolo: "…questo territorio è tanto erto e sassoso ch'è difficoltoso alle capre montarli… arido e seco, e nondimeno tutto pieno di fruttifere vigne… e vindemiano uve, dalle quali si esprime il vino tanto eccellente quanto dir si possa…".
Merito dell'esposizione al sole, al mare, e della flora mediterranea. Ma anche del particolare tipo di terroir.